Ripristino delle infrastrutture stradali interessate da scavi: strade a traffico modesto - TGM < 1500

n.b. La proposta tecnica è in funzione del TGM e della dimensione, in larghezza, dello scavo. Per una proposta tecnica completa, comprensiva degli step di lavorazione, raccomandiamo di consultare il "Capitolato tecnico 1: RIPRISTINO DELLE INFRASTRUTTURE STRADALI INTERESSATE DA SCAVI" (vedi link sottostante).
Nel documento troverete le seguenti proposte:

  • A) Fasi operative relative alla messa in opera in un unica soluzione con AUTOTENE ASFALTICO ANTIPUMPING/SCAVI
    FASI PRELIMINARI PER SCAVI LARGHI =20 cm
  • A1) SCAVI LARGHI =12 cm
  • A2) SCAVI LARGHI 12÷20 cm


Introduzione
I ripristini delle pavimentazioni stradali interessate dagli scavi che vengono eseguiti per la posa di cavi a fibre ottiche, tubazioni e sottoservizi in genere, molto spesso degradano rapidamente, l’asfalto si sgrana, si riempie di fessure a ragnatela fino a generare dislivelli e grosse buche pericolose per la circolazione. Gli Enti direttamente responsabili, sia civilmente che penalmente, dei danni materiali e/o personali causati da terzi per ogni e qualsiasi danno provocato dalla mancata manutenzione delle strade di loro competenza, per proteggere il patrimonio ad esso affidato, sono costretti a richiedere ai concessionari che hanno eseguito gli scavi il completo ripristino dei tratti ammalorati. Dopo la mancata conferma del decreto che era stato emanato dal Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, detto anche Decreto “SCAVI”, molte Amministrazioni locali, per prima la Provincia di Bolzano, hanno emanato e stanno emanando delle Linee Guida al fine di prevenire i problemi di precoce fessurazione in prossimità delle zone interessate da questi interventi e sono già stati eseguiti dei lavori in tal senso. Le direttive illustrano le corrette procedure di ripristino delle pavimentazioni stradali che i concessionari degli scavi si devono impegnare a seguire. Sulla scorta delle sperimentazioni, a cui ha collaborato anche INDEX, e delle conseguenti Linee Guida emanate dalla Provincia di Bolzano, già dall’agosto del 2013, che prevedono anche il geocomposito AUTOTENE ASFALTICO ANTIPUMPING HE/TVP, il presente documento illustra le diverse fasi di lavorazione per un corretto e duraturo ripristino di scavi di diversa larghezza e su strade più o meno gravate dal traffico veicolare.

Scelta progettuale
L’elevatissima resistenza alla risalita delle fessure degli strati di conglomerato armati con AUTOTENE ASFALTICO ANTIPUMPING HE/TVP, prodotto da Index Spa, evidenziata dal ANTI-REFLECTIVE CRACKING TEST condotto presso i laboratori dell’Università Politecnica delle Marche (Ancona, Italia), dove è stato sviluppato l’innovativo geocomposito, ha convinto l’Ufficio Tecnico della Provincia di Bolzano, così come poi le altre amministrazioni che ne hanno seguito l'esempio, ad impiegarlo come strato di rinforzo degli strati di conglomerato bituminoso stesi nelle opere di ripristino della sede stradale interessata dagli scavi riempiti con malta cementizia e/o conglomerato bituminoso per prevenire la risalita delle fessure di riflessione. Il test ha dimostrato la resistenza alla propagazione delle fessure, sotto cicli di carico ripetuti, di un sistema bistrato armato con AUTOTENE ASFALTICO ANTIPUMPING HE/TVP, in confronto con lo stesso sistema non armato; il sistema bistrato con il geocomposito rimaneva ancora integro dopo 12.600 cicli di carico mentre il sistema bistrato privo di rinforzo non superava i 1.000 cicli. Il materiale era già stato sperimentato con successo come fascia di pontage a cavallo della linea di accostamento fra vecchia e nuova corsia nell’allargamento della Autostrada A14, così come più recentemente dalla Provincia di Lecce, anche nel caso degli strati di conglomerato stesi come ripristino delle zone interessate agli scavi si prevedevano sollecitazioni similari che potevano generare delle fessure di riflessione.


Descrizione strati e relative schede tecniche dei prodotti:

AUTOTENE ASFALTICO ANTIPUMPING/SCAVI

BETON MELT&STOP


Per proposte o soluzioni alternative rivolgersi all'ufficio tecnico di Index S.p.A.
 


 
Condividi questa pagina...